Gillette utilizza la stampa 3D per lanciare la personalizzazione dei consumatori

Ideas Factory | Stampa 3D, Cnc, Progettazione, Modellazione 3D e Render, Consulenza e Formazione, Ancona

Gillette utilizza la stampa 3D per lanciare la personalizzazione dei consumatori

Offrire esperienze personalizzate aiuta i marchi a creare connessioni emotive con i loro clienti.
Sulle piattaforme digitali, la personalizzazione è ovunque, i consumatori sono abituati ad esperienze che li coinvolgono direttamente e riflettono il loro gusto e le loro preferenze.

I prodotti fisici, vincolati dalla rigidità della produzione tradizionale, non hanno raggiunto questo punto.

Le nuove tecnologie stanno cambiando questo paradigma, aprendo opportunità per coprire i costi tradizionalmente legati alla produzione di migliaia di parti personalizzate.
Ora è possibile unire la potenza delle esperienze digitali personalizzate ai prodotti fisici e, in ultima analisi, forgiare connessioni personali più profonde con i consumatori.

Il produttore di rasoi Gillette è in prima linea in questa ondata con il suo Razor Maker ™, una piattaforma che rappresenta uno dei primi esempi di parti stampate 3D dirette al consumatori finali.

Utilizzando le stampanti 3D Formlabs Form 2 (quelle che abbiamo nel nostro studio di stampa 3D ad Ancona) come motore di produzione, Razor Maker ™ offre ai consumatori la possibilità di creare e ordinare impugnature personalizzate per il rasoio con la stampa 3D, con la possibilità di scegliere tra 48 diversi design, una varietà di colori e l’opzione per aggiungere testo personalizzato.

“La nostra partnership con Formlabs e la potenza delle loro stampanti 3D consentono ai consumatori di avere voce in capitolo su come dovrebbero essere i loro rasoi. Siamo entusiasti di collaborare con i nostri vicini di Boston per pilotare questo rivoluzionario concetto di personalizzazione “, ha affermato Donato Diez, responsabile del marchio globale per Gillette e cofondatore di Razor Maker ™.

Guarda il video per saperne di più sulla storia di Razor Maker ™ alimentato da Gillette e Formlabs.

Scopriamo come Razor Maker ™ utilizza la stampa 3D per produrre prodotti unici e come la produzione additiva può catalizzare la trasformazione aziendale.

Sbloccare la libertà di design e il potere della personalizzazione

Il concetto Razor Maker ™ libera la libertà di design dalla scrivania del designer, la porta al prodotto finale e offre uno sguardo sul futuro dei prodotti personalizzati di massa.

“La combinazione della nostra migliore tecnologia di rasatura con la potenza e la flessibilità della stampa 3D apre un nuovo mondo di possibilità di progettazione del prodotto”, ha affermato Rob Johnson, progettista e co-fondatore di Razor Maker ™.

“Con la stampa 3D, complessità e varietà sono “gratuite”; una stampante 3D non richiede più tempo, energia o materiale per produrre una forma complessa rispetto a una semplice, e zero strumenti significa che stampare una varietà di disegni non richiede costi di produzione aggiuntivi.”

I designer hanno tratto ispirazione dalle geometrie presenti in natura, architettura e tecnologia per creare forme complesse che sarebbero state difficili o impossibili da realizzare attraverso la produzione tradizionale.

“Ci consente di pensare alla forma in un modo che non è mai stato possibile prima”, ha dichiarato Rory McGarry, responsabile del design industriale di Razor Maker ™.
“In un senso tradizionale, potremmo fare solo uno o due progetti di rasoio all’anno, mentre ora possiamo avere un’idea, crearla in 3D, stamparla, guardarla, sistemarla e dire eccola”.

In definitiva, l’assenza di vincoli progettuali alimenta la capacità di offrire ai consumatori la libertà di scelta.
In un mercato saturo di beni prodotti in serie, l’obiettivo di Razor Maker ™ è offrire ai consumatori la possibilità di realizzare rasoi completamente propri.

“Sappiamo che oggi i consumatori sono alla ricerca di marchi che innovano in modi che consentano loro di esprimersi – e questo è esattamente ciò di cui parla questo progetto”, ha affermato Evan Smith, product manager globale per Razor Maker ™.

Un flusso di lavoro per la produzione personalizzata

Perseguire un livello così alto di personalizzazione per Razor Maker ™ ha richiesto al team di ripensare completamente il loro approccio alla produzione.

Le fasi iniziali del processo sono completamente digitali: un consumatore personalizza un handle unico tramite il sito Web Razor Maker ™ e il progetto risultante viene convertito in un file 3D.
I file di disegno multipli vengono quindi inviati a una stampante 3D per essere stampati simultaneamente in un singolo set.
Ogni impugnatura viene quindi lavata, post-curata, rivestita e assemblata prima di essere spedita direttamente alla porta del consumatore.

In precedenza, Gillette aveva applicato la stampa 3D solo per la prototipazione, ma i progressi nei materiali e nell’hardware hanno reso la tecnologia una valida opzione per la produzione di componenti di uso finale.

La facilità di personalizzazione è un vantaggio intrinseco della stampa 3D.
La tecnologia elimina la necessità di utensili, non richiede investimenti anticipati negli stampi ed elimina i costi esponenziali della produzione di una varietà di progetti complessi.
Inoltre, il ridimensionamento della produzione personalizzata può essere svolto in modo semplice inserendo altre stampanti.
Gillette sta anche sperimentando l’automazione dei processi di produzione di stampa 3D, lavorando con Formlabs come uno dei primi tester di Form Cell, una dimostrazione tecnologica che esplora il futuro della stampa 3D negli ambienti di produzione.

Un numero sempre maggiore di produttori sta integrando tecnologie come la stampa 3D di stereolitografia desktop (SLA) nei flussi di produzione.

“Il concetto Razor Maker ™ ci consente di creare un nuovo design, stamparlo e testarlo, e il giorno successivo il design diventa una nuova impugnatura disponibile sul sito web”, ha affermato Johnson.
“Non è mai stato possibile prima.”

Ripensare la produzione e i modelli di business

La nuova tecnologia da sola non è sufficiente per trasformare la produzione.
Aziende come Gillette sfruttano la stampa 3D per esplorare modelli di business completamente nuovi che cambiano il loro modo di lavorare nell’intero ciclo di vita del prodotto, dalla progettazione alla produzione.

“Per Gillette, Razor Maker ™ rappresenta un passaggio cruciale nel nostro percorso di personalizzazione in cui nuove tecnologie e nuovi modelli di business devono riunirsi per offrire prodotti unici come lo sono i nostri consumatori”, ha affermato Diez.